N°82 Moto TEAM JBRALLY
pilote
+

GIOVANNI STIGLIANO

(ita) 1.78m / 76kg

Loisirs

Nuoto in acque libere, bici e corsa

Sponsors

Mm officine meccaniche / Rivestimenti Speciali / Delta Valves / RCL air compressor / Linkwave / Fabrizio Schiona Osteopata / Broggini / Fresaceppi Defendi / BFT Burzoni / Energia & Sorrisi

2021 : Moto “Original by Motul”: DNF

2019: Hispanya Rally Eurpean Rally FIM
2017, 2019: Baja 500 Romania
2017, 2018: 24h Tirana Rally Raid Albania
2016: European Cross Country Baja Ungheria / Amageza Rally Dakar Challenge Sud Africa
2015: Sahari Desert Challenge Algeria
2013, 2014, 2015, 2016; Enrudopale de Touquet Francia
2014: Marocco Desert Challenge
2011, 2012, 2013, 2014, 20129: Rally Albania
2013: Tuareg Rally Tunisia
2011, 2012: Tuareg Rally Marocco
2007, 2008, 2009, 2010: Campionato Italiano Motorally
2009: Libya Desert Challenge / Rally di Sardegna
2008: Italian Baja Cross Country Rally

Interview

“La consapevolezza e l’esperienza saranno la chiave per una fantastica avventura”

La passione di Giovanni Stigliano per i rally e i roadbook ha inizio nel 2007 quando un corso di motorally organizzato dalla Federazione motociclistica Italiana gli apre un mondo prima a lui sconosciuto. Inizierà così a partecipare tutti gli anni al campionato Italiano, per iscriversi presto anche a più impegnativi rally internazionali, sempre con in mente il sogno di correre una Dakar. 5 anni fa alcuni problemi di salute e di famiglia lo costringono ad accantonare momentaneamente il progetto e si butta anima e corpo nell’attività sportiva, in particolare il nuoto in open water. Ritrovato il bandolo della matassa, Stigliano si prepara al meglio per l’avventura in terra Saudita e nel 2021 debutta nella “Original by Motul” con la sua Yamaha WR450F. Purtroppo un guasto tecnico lo costringe al ritiro alla fine della settima tappa, lasciandolo senza parole. Nel 2022 è pronto a una nuova sfida, questa volta con una moto più specialistica e specifica, la KTM 450 Rally Replica.

Stigliano - “Nel 2021 ho dovuto abbandonare i miei sogni di gloria perché alla fine della settima tappa, una tappa marathon, si è rotto il pistone e ho dovuto ritirarmi. La delusione è stata cocente perché abbiamo poi scoperto che il guasto è stato generato da un ricambio di scarsa qualità che abbiamo utilizzato nella preparazione della moto, questo mi ha insegnato quanto anche il minimo dettaglio sia determinante in una gara come la Dakar. L’esperienza mi ha lasciato un ricordo straordinario e mi ha insegnato molte cose. L’anno scorso ho preparato tutto in fretta e furia e non sono nemmeno andato con un mezzo del tutto adeguato. Quest’anno invece ho potuto far tesoro di tutte le cose imparate e sono riuscito a prepararmi molto meglio. Dal punto di vista tecnico ho fatto un investimento molto importante nel comprare una moto più performante, la KTM 450 Rally Replica, che è lo stato dell’arte per questa gara. Dal punto di vista fisico, non ho mai smesso di allenarmi e mi sono affidato alle cure di un preparatore atletico che mi sta portando alla forma ideale. Per uno che come fa l’operaio si tratta di investimenti importanti in termini economici e di tempo, ma credo che il gioco valga la candela. So bene che la gara sarà dura: il percorso è diverso dal 2021 e questo significa che è impossibile fare delle previsioni. Direi che la maggiore consapevolezza di me stesso e delle difficoltà che potrebbero insorgere sono la chiave per farmi stare un po’ più sereno e auspicabilmente godermi al massimo questa uova avventura.”

Véhicule

TEAM JBRALLY

KTM 450 RALLY REPLICA
TEAM JBRALLY

  • KTM
  • 450 RALLY REPLICA
  • M_R2_NO

Classement 2022

Suivez-nous

Recevez des informations exclusives