N°93 Bike CARAVANSERRAGLIO RALLY RACING TEAM
driver
+
Interview

“Mi considero un avventuriero amante delle sfide, la prossima è la Dakar 2021.”

Si definisce un pilota “dall’animo ramingo” perché Lorenzo Piolini è la summa tra lo spirito di un viaggiatore e quello di un gran curiosone, che debutta alla Dakar come parte del suo personale viaggio motociclistico. A Milano, dove abita, gestisce un locale che è un vero e proprio covo per appassionati di grandi viaggi e avventure, specialmente in moto. Proprio con i viaggi Lorenzo ha iniziato la sua carriera, prima con l’avventura del giro del mondo in 80 giorni e poi con decine di altre spedizioni. Nel 2015 era in Sud America quando si correva la Dakar e si è spinto fin sul percorso di gara con la sua moto per provare a “rubare” un po’ dello spirito dei piloti veri, ma quell’idea invece di appagare la sua sete di conoscenza ha alimentato il fuoco della passione, convincendolo a iniziare il percorso di avvicinamento e selezione. Inizia con una Gibraltar Race e capisce subito che gli serve un “libretto di istruzioni” molto più corposo, così contatta il vecchio amico Oscar Polli, navigato dakariano, per farsi prendere sotto la sua ala e imparare tutto quel che sarebbe servito. Nel 2019 vince il Tuareg Rally, ma l’euforia della vittoria nasconde anche la presa di coscienza di necessitare un altro step, quello di diventare un pilota vero che naviga meglio e prende meno rischi. Il resto del suo avvicinamento al debutto nella Dakar 2021 è la storia di tanti piccoli passi per affinare le tecniche di guida, navigazione e preparazione, assieme al sangue freddo necessario per gestire forze ed energie.

“Questo progetto è una sfida personale, la diretta conseguenza di ciò che faccio da sempre e che coincide con la mia passione: guidare in solitaria attraverso i terreni più impervi, esplorare ogni dove, sfidare me stesso per conoscermi e imparare a contare solo sulle mie forze e sulla mia testa. Questo spirito mi ha portato a esperire buona parte del caleidoscopio umano, con situazioni prossime all’incredibile da cui, avventure o disavventure che fossero, sono sempre uscito in qualche modo. Non sono impazzito, svegliandomi un giorno convinto di essere un pilota professionista. Continuo a vivere e giocare come ho sempre fatto e stavolta lo faccio a cronometro. Mi considero un avventuriero amante delle sfide, la prossima è la Dakar 2021. La preparazione ha avuto un ruolo fondamentale: oltre a ciò che si può fare a casa, l’esperienza africana è insostituibile per vari motivi. In primis perché le dune sono dune e, se vuoi correre, devi mangiartele; poi perché navigare in mezzo al deserto è un’esperienza unica che va provata, come le lunghe ore in solitaria a martellare sui pistoni sabbiosi. E anche l’occhio va abituato. Puoi essere anche l’endurista più cazzuto del mondo, ma se hai medie di 40km/h in ogni uscita, guidare una moto a 170km/h per ore diventa un bel problema. I miei punti forti sono di certo le esperienze passate, la conoscenza di me stesso e dei miei limiti, la confidenza con la solitudine e l’arte di sapersi arrangiare, uniti alla passione infinita e all’amore incondizionato per questa visione del mondo perché, lo ripeto, la Dakar è molto più di una semplice gara. Il punto debole è senza dubbio il fisico e la corretta alimentazione che ne deriva. Temo seriamente di svenire a metà tappa, dato che peso 60 kg e non ho praticamente riserve di energia. Inoltre c’è anche un po’ di inesperienza generale nel campo delle gare. In pratica: testa OK, fisico vedremo…” *

*Dichiarazioni tratte dall’intervista di Antonio Femia su Roadbook Magazine:
https://www.roadbookmag.it/lorenzo-piolini-un-ramingo-in-moto-alla-dakar-2021/

Vehicle

CARAVANSERRAGLIO RALLY RACING TEAM

  • Mark : KTM
  • Model : 450 RALLY REPLICA
  • Performance tuner :
  • Assistance :
  • Class : G2.2 Marathon

Ranking 2021

Scratch Stage General
0 75 75 75
1 73 72 72
2 68 68 70
3 61 61 68
4 72 72 66
5 - - -
6 - - -
7 - - -
8 - - -
9 - - -
10 - - -
11 - - -
12 - - -

Follow us

Get exclusive information