N°801 Classic MOTORTECNICA RACING TEAM

ALBERTO MORGANTI

(ita) 1.73m / 80kg

Aficiones

Trial, Enduro, fuoristrada in auto e viaggi avventura

Sponsors

O.M.E.C. / KAPRIOL / MAGEF 1999 / FARMACIA IANNI / DURALBLOCK / TOTANI / TACCHINI F.LLI SRL

2012

2011 – Rally del Ciocco
2014 – Baja Portalegre

Interview

“Celebriamo un anniversario importante assieme a un gruppo di veri amici”

Nella vita fa l’imprenditore, ma ha sempre avuto una passione grandissima per il fuoristrada che ha praticato sia con mezzi a due ruote sia a quattro. Il 52enne Alberto Morganti non fa segreto di essere “intimorito, quasi terrorizzato” dalla gara più impegnativa del mondo, ma è anche consapevole dei propri mezzi, del proprio mezzo e degli obiettivi che si è prefissato. Ha già corso una Dakar, la Argentina-Cile-Peru del 2012, ma in modalità “assistenza goliardica” per gli amici Totani. L’amicizia è anche il filo conduttore della sua partecipazione, dato che a dieci anni da quella prima esperienza vorranno ricomporre parte del gruppo di avventurieri che scorrazzano insieme sulle sabbie del Nord Africa da più di vent’anni. La macchina è un vero missile: una Mitsubishi L200 Strakar che è stata ufficiale di Sousa. Morganti conta molto su di essa per uscire dai guai, ma potrà fare affidamento anche alla sua vasta conoscenza degli ambienti desertici e della guida su sabbia. Con lui nell’abitacolo ci sarà Gianluca Ianni

A.M. – “Ho sempre avuto una grandissima passione per tutto quello che è fuoristrada: prima trial, poi enduro e infine auto, specialmente nel nord Africa dove c’è tanta sabbia, che è il mio ambiente ideale. Ho fatto moltissimi viaggi organizzati nel deserto, nei quali non solo ho affinato le mie capacità di guida ma ho anche conosciuto molti amici, con i quali adesso abbiamo un gruppo affiatato. Esattamente dieci anni fa sono stato alla Dakar in Argentina-Cile-Peru come assistenza ai fratelli Totani, anche se io ero solo un supporto morale, diciamo più goliardico che tecnico. Da lì abbiamo iniziato a scherzare sulla possibilità di partecipare tutti insieme e con l’avvio della Classic questa idea ha iniziato a farsi più concreta, fino a quando io e Gianluca Ianni il mio navigatore abbiamo deciso di buttarci nell’impresa. Abbiamo preso questa decisione solo a luglio, quindi ci siamo preparati in fretta e furia. Ci appoggeremo alla struttura Motortecnica di Stefano Calzi, il quale mi ha messo a disposizione un vero e proprio missile: la Mitsubishi L200 Strakar che è stata ufficiale di Sousa. È un mezzo assolutamente straordinario che non vedo l’ora di provare, anche se mi mette un certo timore reverenziale. In realtà un po’ tutta questa gara mi sta mettendo in agitazione, mi sto preparando fisicamente per non sottovalutare l’impegno fisico che sarà richiesto, ma dovrò anche fare i conti con un tipo di navigazione che non conosco e territori per me inesplorati. Ho moltissima esperienza sulla sabbia, quindi spero di cavarmela bene in quei tratti e per il resto spero che la macchina ci darà una mano a venire fuori dai guai, visto quanto è bella e performante. Chiaramente noi andiamo giù per fare quasi una scampagnata: è già un ottimo risultato essere riusciti ad iscriverci, cercheremo solo di arrivare in fondo alla gara e di divertirci il più possibile.”

G.I. – “Mi reputo un viaggiatore più che un fuoristradista, anche se ho calcato ogni tipo di terreno con qualsiasi tipo di mezzo fin da tenera età. Per me il bello sta nell’andare da un punto A ad un punto B nel minor tempo possibile, ma godendomi il panorama. L’avventura della Dakar 2022 nasce dalla ricorrenza dei 10 anni dalla nostra prima Dakar, quando Alberto ed io andammo in Sud America a fare assistenza ai fratelli Totani, che sono i nostri compagni di viaggio da più di vent’anni. La nostra partecipazione è quasi goliardica, anche se ci teniamo a fare bene ed arrivare in fondo. Mi auguro di vedere i tanto decantati paesaggi fiabeschi dell’Arabia Saudita, compreso il deserto che è un ambiente per me magico. Siamo dei privilegiati a poter vivere delle esperienze simili, immersi nella magnificenza di un evento di portata globale, al pari dei piloti ufficiali e sulle stesse tracce delle persone del posto.”

Vehículo

MOTORTECNICA RACING TEAM

MITSUBISHI L200 STRAKAR
MOTORTECNICA RACING TEAM

  • MITSUBISHI
  • L200 STRAKAR
  • Motortecnica Racing Team - Stefano Calzi
  • a Alta 97-99

Clasificación 2022

Síguenos

Recibe información exclusiva del Dakar